La Via Francigena e altre strade. 13.04.2018, I.S.I. Carlo Piaggia Viareggio

Apr 13, 2018
Associazione

Nella giornata odierna, l’Associazione ha avuto l’enorme piacere di partecipare come ospite all’evento organizzato dall‘I.S.I. Carlo Piaggia di Viareggio, con il patrocinio di Città di Lucca e Comune di Viareggio e con la collaborazione dell’I.S.I. Marconi di Viareggio.
Alle 09.00 sono iniziati i saluti istituzionali a cura della dirigente scolastica, Maria Rosaria Mencacci, da parte di figure fondamentali per il turismo, sia per il comune di Viareggio, sia per la provincia di Lucca tutta.
Nella prima parte della mattinata, moderata da Claudia Lo Rito, numerosi gli interventi: Ilaria Sabbatini, per ARVO (per maggiori info: http://www.archiviovoltosanto.org/), Gianluca Bambi dell’Università di Firenze, Barbara Bertacchini della Provincia di Lucca e Costanza Giovannini, per Visit Tuscany (il nuovo sito sarà online dal 20.04 https://www.visittuscany.com/it/). Dopo una breve pausa caffè, per terminare la mattinata: Maria Pia Bertolucci, per la Casa del Boia Via Francigena Entry Point, Lucia Giovannetti dell’Istituto Comprensorio di Camporgiano, Valentina Dal Pino di Francigenamica (per maggiori info: http://www.francigenamica.com/) e, infine, la presentazione dei risultati del sondaggio svolto dagli studenti dell’I.S.I. Piaggia durante l’edizione 2017 di Francigenamica.

Dopo una pausa pranzo soleggiata, altri interventi, moderati da Chiara Bozzoli: Stefano Genovesi, curatore del Parco Archeologico Massaciuccoli Romana, Enrico Arrighini del Comitato per il riconoscimento UNESCO del Lago di Massaciuccoli, Chiara Cinelli del Polo Tecnologico Lucchese (che ha realizzato un’app per i pellegrini, consultabile sul sito https://www.zatri.net/), Maria Ingraito dell’I.T.S. Vittorio Veneto di Latina, Lorenzo Isoppo, dirigente dell‘I.S.I. Marconi. A seguire poi la presentazione di 2 progetti realizzati dall’I.S.I. Piaggia, il primo: la realizzazione di una mappa interattiva per l’app zatri.net e il secondo: il turismo culturale come attività didattica verticale. Per terminare la prima parte, l’ultimo intervento è quello di Giovanni Nardini, che ha presentato il percorso dei mulini.

Infine, per concludere la meravigliosa giornata all’insegna di turismo e cultura, tre tavoli di lavoro:
il turismo culturale come occasione formativa; il turismo culturale come opportunità professionale e il turismo culturale come palestra di collaborazione tra enti.

 

…  Alla prossima avventura!

Nessun commento

Dovete essere iscritti al blog per postare un commento.